Tirocinio

Regolamento di Tirocinio del CdS in Scienze agrarie

Per maggiori informazioni e per la compilazione dei documenti disponibili online, consultare questa pagina  

Il presente regolamento modifica come segue l’iter per i tirocini presso struttura ospitante esterna.

  1. Lo studente deve individuare un Tutore di Tirocinio tra i docenti afferenti al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Agro-ambientali (DiSAAA-a) o membri del Consiglio di Corso di Studi di Scienze Agrarie. Il Tutore di Tirocinio deve dichiararsi disponibile a seguire lo studente e deve preferibilmente svolgere attività didattica o di ricerca relativamente alla problematica che lo studente intende sviluppare durante il tirocinio.
  2. Lo studente, in accordo con il tutore accademico, deve individuare sul Portale di Ateneo per il tirocinio una o più aziende/enti o strutture universitarie ospitanti (chiamate in breve “strutture ospitanti”) tra quelle convenzionate con il DiSAAA-a che sia/no disponibile/i ad accoglierlo per lo svolgimento del tirocinio, ottemperando a quanto richiesto dall’Ateneo. Se la struttura prescelta non è ancora presente nel Portale di Ateneo per il tirocinio, lo studente deve informarla della necessità di convenzionarsi con il Dipartimento, seguendo le indicazioni fornite dall’Ateneo e dal Dipartimento stesso.
  3. Lo studente, in accordo con il Tutore di Tirocinio (tutore accademico) e con il Tutore della struttura ospitante (tutore aziendale), deve predisporre una bozza di Progetto Formativo, che tenga conto delle competenze pregresse dello studente e degli obiettivi del corso di studi, da presentare all’interno della Domanda di Tirocinio (vedi punto 4).
  4. Lo studente deve presentare Domanda di Tirocinio al Presidente della Commissione Tirocinio, secondo le modalità indicate nella cartella E-learning. L’approvazione della domanda di tirocinio è condizione necessaria per la presentazione del progetto formativo tramite Portale di Ateneo (vedi successivo punto 5).
  5. La Commissione si impegna ad esaminare le domande entro un termine massimo di 14 giorni dalla data di presentazione. Gli studenti le cui domande non sono state accettate saranno convocati insieme al tutore accademico per risolvere le criticità riscontrate dalla Commissione. Una volta accettata la domanda di tirocinio, il Progetto Formativo deve essere inserito dalla struttura ospitante tramite il Portale di Ateneo per il tirocinio. Il progetto formativo deve essere corrispondente a quello concordato e approvato dalla Commissione Tirocinio. Il Progetto Formativo stampato da Portale e completo di tutte le firme ed eventuali documenti da produrre, deve essere consegnato alla segreteria didattica prima della data prevista per l’inizio del tirocinio. La Commissione provvede a trasmettere l’elenco delle domande approvate alla Segreteria salvo, se ne ravvisi l’opportunità, occuparsi direttamente della raccolta e trasmissione dei documenti definitivi alla Segreteria di Dipartimento.
  6. Una volta terminate le ore necessarie per il conseguimento dei CFU per il tirocinio, lo studente deve iscriversi ad un appello sul portale esami per la materia “Tirocinio”. Il tirocinio verrà validato dalla Commissione Tirocinio con un giudizio basato su quelli espressi dal tutore accademico e/o dal tutore aziendale, e su una verifica orale da parte della Commissione stessa
  7. Gli studenti in corso non possono effettuare le attività di tirocinio in orari in cui sono previste lezioni per il loro anno di corso.
  8. All’atto dell’appello, è necessario:
    1. Che lo studente abbia effettuato attività per 6 CFU, pari ad un impegno complessivo di 150 ore, certificate dalla/e strutture ospitanti esterne;
    2. Che lo studente abbia compilato la relazione di sintesi sull’attività svolta e, eventualmente, il questionario di valutazione;
    3. Che il docente tutore accademico abbia inviato la propria valutazione dello studente relativamente all’attività di tirocinio, se richiesta;
    4. Che la struttura ospitante esterna abbia fornito la valutazione dello studente, oltre ad eventuali ulteriori informazioni richieste dalla Commissione Tirocinio per migliorare il servizio.
      Modulo conclusivo del tirocinio da compilare dal tutore aziendale

L’iscrizione ad un appello deve essere tempestiva e comunque effettuata entro i limiti temporali indicati dalla Commissione Tirocinio.

Regole approvate nel CdS del 15 Gennaio 2021 in relazione all’emergenza Covid:

  • Gli studenti che seguono i regolamenti antecedenti al regolamento 2019/2020 possono iniziare le attività di tirocinio dopo che abbiano acquisito un equivalente di CFU pari a 120.
  • La possibilità di effettuare tirocini in persona è subordinata alla sottoscrizione da parte della struttura ospitante esterna di una dichiarazione nella quale si attesta che la struttura è in regola con le normative antiCovid emanate sia a livello nazionale che a livello regionale (modello inviato dall’Ateneo)
  • Resta salva la possibilità per tutti gli studenti, laureandi e non, di concordare con una struttura esterna un tirocinio “a distanza”
  • La Commissione si riserva di raccomandare agli studenti che iniziano un tirocinio in persona di interromperlo nel caso ravvisino che la situazione presso la struttura esterna non è tale da garantire uno svolgimento “in sicurezza”
  • Si ricorda che, al momento, in deroga al regolamento di tirocinio a causa delle difficoltà legate al COVID 19, è possibile svolgere il Tirocinio non solo presso Dipartimenti dell’Università di Pisa e centri di ricerca pubblici quali CNR, ENEA, ma anche presso i laboratori od altre strutture del DiSAAA-a.
  • Le suddette norme valgono sino a nuova decisione del CdS.

ADDENDUM al regolamento delle attività di Tirocinio per studenti lavoratori, genitori e portatori di disabilità.

Gli studenti che hanno un rapporto di lavoro con un’azienda o ente esterno al DISAAA-a, per usufruire di specifiche agevolazioni volte a permettere il soddisfacimento degli obblighi relativi ai tirocini, devono produrre la documentazione richiesta per il riconoscimento dello stato di studente lavoratore (art 27 del Regolamento didattico di Ateneo) o delle due condizioni soprariportate, che deve essere presentata presso l’unità didattica del dipartimento.

 

Nel caso dello studente lavoratore, nel caso in cui l’attività/professione sia attinente al percorso di studi,

1) può chiedere il riconoscimento di crediti per la propria attività lavorativa (art. 17 comma 5 del Regolamento didattico di Ateneo).

Nel caso in cui la sua attività non sia attinente al percorso di studio, lo studente

2) dovrà cercare una struttura ospitante differente, che possa fornirgli competenze congrue a quelle previste dal percorso di studi al quale è iscritto, seguendo le norme riportate dal regolamento di tirocinio.

3) in alternativa potrà svolgere un’attività formativa diversa dal tirocinio, concordata con un Tutor accademico, e approvata dalla Commissione tirocini, consistente in un approfondimento di un argomento di carattere applicativo.

L’attinenza al percorso di studi e la congruenza dell’impegno lavorativo sarà valutata dalla Commissione di Tirocinio sulla base di una relazione contenente la descrizione delle principali mansioni svolte nel periodo per il quale si richiede il riconoscimento di CFU, e che deve contenere l’impegno orario (part-time o full-time e il relativo monte ore) attestato dal datore di lavoro.

Se la documentazione sarà ritenuta adeguata dalla Commissione, lo studente potrà iscriversi all’appello d’esame di tirocinio, per effettuare la registrazione dei crediti relativi*.

Nel caso 2), le ore da certificare, in considerazione del fatto che gli studenti lavoratori possono trovarsi nella impossibilità di effettuare le ore richieste per il conseguimento dei CFU per il tirocinio in un arco di tempo ragionevole, sono ridotte del 60%, risultando pertanto in numero di 60 ore anziché 150.

La riduzione delle ore richieste per il conseguimento dei CFU per il tirocinio potrà essere richiesta anche dagli studenti genitori e portatori di disabilità.

 

* La registrazione è subordinata all’emanazione di un provvedimento d’urgenza del Presidente del CDS in cui si autorizzi la Commissione a registrare l’ attività di tirocinio per lo studente