Tirocinio

Regolamento di Tirocinio del CdS in Scienze agrarie

Per maggiori informazioni e per la compilazione dei documenti disponibili online, consultare questa pagina 

Il presente regolamento modifica come segue l’iter per i tirocini presso struttura ospitante esterna.

  1. Lo studente deve individuare un Tutore di Tirocinio tra i docenti afferenti al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Agro-ambientali (DiSAAA-a) o membri del Consiglio di Corso di Studi di Scienze Agrarie. Il Tutore di Tirocinio deve dichiararsi disponibile a seguire lo studente e deve preferibilmente svolgere attività didattica o di ricerca relativamente alla problematica che lo studente intende sviluppare durante il tirocinio.
  2. Lo studente, in accordo con il tutore accademico, deve individuare sul Portale di Ateneo per il tirocinio  una o più aziende/enti o strutture universitarie ospitanti (chiamate in breve “strutture ospitanti”) tra quelle convenzionate con il DiSAAA-a che sia/no disponibile/i ad accoglierlo per lo svolgimento del tirocinio. Se la struttura prescelta non è ancora presente nel Portale di Ateneo per il tirocinio, lo studente deve informarla della necessità di convenzionarsi con il Dipartimento, seguendo le indicazioni fornite dall’Ateneo e dal Dipartimento stesso.
  3. Lo studente, in accordo con il Tutore di Tirocinio (tutore accademico) e con il Tutore della struttura ospitante (tutore aziendale), deve predisporre una bozza di Progetto Formativo, che tenga conto delle competenze pregresse dello studente e degli obiettivi del corso di studi, da presentare all’interno della Domanda di Tirocinio (vedi punto 4).
  4. Lo studente deve presentare Domanda di Tirocinio al Presidente della Commissione Tirocinio, secondo le modalità indicate nella circolare attuativa, deliberata all’atto della prima approvazione del regolamento e ad inizio di ogni anno. L’approvazione della domanda di tirocinio è condizione necessaria per la presentazione del progetto formativo tramite Portale di Ateneo (vedi successivo punto 5).

La Commissione si impegna a definire ogni anno, sulla base delle necessità, da 4 a 10 date entro le quali deve essere presentata domanda di tirocinio, e ad esaminare le domande entro un termine massimo di 14 giorni dalla data di scadenza per la presentazione. L’elenco delle domande approvate sarà trasmesso al referente della Segreteria didattica di Dipartimento responsabile del ricevimento dei progetti formativi e del proseguimento dell’iter. Gli studenti le cui domande non sono state accettate saranno convocati insieme al tutore accademico per risolvere le criticità riscontrate dalla Commissione.

  1. Una volta accettata la domanda di tirocinio, il Progetto Formativo deve essere inserito dalla struttura ospitante tramite il Portale di Ateneo per il tirocinio . Per maggiori informazioni, si consiglia la consultazione delle regole relative al Tirocinio comuni a tutti i corsi di studio del Dipartimento . Il progetto formativo deve essere corrispondente a quello concordato e approvato dalla Commissione Tirocinio. Il Progetto Formativo stampato da Portale e completo di tutte le firme, deve essere consegnato alla segreteria didattica prima della data prevista per l’inizio del tirocinio.
  2. Una volta terminate le ore necessarie per il conseguimento dei CFU per il tirocinio, lo studente deve iscriversi ad un appello sul portale esami per la materia “Tirocinio”. Il tirocinio verrà validato dalla Commissione Tirocinio con un giudizio basato su quelli espressi dal tutore accademico e dal tutore aziendale, e su una verifica orale da parte della Commissione stessa.
  3. All’atto dell’appello, è necessario:
    1. Che lo studente abbia effettuato attività per 6 cfu, pari ad un impegno complessivo di 150 ore, certificate dalla/e strutture ospitanti esterne;
    2. Che lo studente abbia compilato la scheda di sintesi sull’attività svolta ed il questionario di valutazione;
    3. Che il docente tutore accademico abbia compilato la scheda di valutazione dello studente relativamente all’attività di tirocinio;
    4. Che la struttura ospitante esterna abbia fornito la valutazione dello studente, oltre ad eventuali ulteriori informazioni richieste dalla Commissione Tirocinio per migliorare il servizio.

La verbalizzazione deve essere tempestiva e comunque effettuata entro i limiti temporali indicati dalla Commissione Tirocinio.

Si ricorda che, al momento, è possibile svolgere il Tirocinio presso Dipartimenti dell’Università di Pisa e centri di ricerca pubblici quali CNR, ENEA ecc., ma NON è possibile svolgere il Tirocinio presso i laboratori od altre strutture del Dipartimento (DiSAAA-a).

 

Entrata in vigore:

  • Il nuovo sistema di verifica orale da parte della Commissione decorre dall’11 maggio 2018, data di approvazione del presente regolamento in Consiglio di Corso di Studi, anche per tirocini già iniziati prima dell’approvazione dello stesso.
  • L’obbligo di presentazione della domanda di tirocinio decorre dal 1° giugno 2018, per tutti i tirocini per i quali non è stato ancora presentato il progetto formativo.
  • In prima applicazione ed ogni anno la Commissione predispone e pubblicizza una circolare attuativa con le date rilevanti, i link alla modulistica ed altre informazioni utili.

L’utilizzo della nuova documentazione per la verbalizzazione del tirocinio è raccomandato, ma non obbligatorio, per tutti i tirocini non ancora chiusi alla data del 1 giugno 2018.

Gli studenti che devono ancora acquisire, almeno in parte, i CFU previsti dal precedente regolamento/ordinamento del Corso di Studi al quale risultano iscritti, sono pregati di mettersi in contatto con il Presidente della Commissione Tirocinio per concordare le modalità di acquisizione degli stessi.

Attenzione: i link presenti all’interno della circolare in prima applicazione sono disabilitati; si prega di utilizzare quelli presenti nella circolare attuativa per il periodo 1 gennaio – 31 luglio 2019