Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche

 

Presidente: Andrea Serra; Vicepresidente: Rodolfo Bernardi;
Responsabile Unità Didattica: Stefano Fanti
Tutor collettivo a.a. 2019-20: Rodolfo Bernardi

 

Care ragazze,

Cari ragazzi,

durante questo difficile periodo abbiamo dovuto “adattarci” a forme di didattica completamente on-line. I risultati, considerate anche le condizioni in cui ci siamo dovuti muovere, ci hanno soddisfatto. Siamo riusciti a fare lezione, avete potuto sostenere gli esami, vi siete potuti laureare.

Adesso ci troviamo ad affrontare una nuova fase; vogliamo fortemente tornare tutti in aula, ma vogliamo e dobbiamo anche pensare alla vostra salute, alla vostra sicurezza e alla delicata situazione economica in cui molte famiglie si sono, purtroppo, venute a trovare.

Abbiamo lavorato duramente per organizzare il prossimo semestre, avendo ben presente tutto ciò. Crediamo molto nelle attività pratiche di laboratorio e, per questo motivo, ci siamo adoperati per portarvi di nuovo nei nostri laboratori.

Abbiamo creato due gruppi di lavoro in cui molti nostri docenti hanno messo a disposizione le loro competenze e esperienze. Uno – gruppo per l’individuazione di tecniche di didattica alternativa – è stato creato con lo scopo di aumentare la qualità delle lezioni on-line, un secondo si è invece occupato di redigere un piano di razionalizzazione e di riorganizzazione delle esercitazioni in modo tale che possiate acquisire un sempre maggiore numero di tecniche di laboratorio.

Gran parte delle decisioni le abbiamo condivise con voi; in questo periodo ci siamo trovati più di dieci volte in un’aula virtuale che conta più di 150 iscritti e che abbiamo chiamato “question time”. Avete chiesto informazioni e ci avete dato suggerimenti. Vorremo proseguire questa esperienza, rendendola però fruibile anche a chi non è ancora un nostro studente. Qui trovate il link per partecipare alla prossima riunione del 25 settembre ore 14,30.

Queste righe per introdurvi quello che vorremmo fare per il prossimo semestre e che potete vedere nel dettaglio cliccando qui.

A presto.

 

                                                                                                                      Andrea Serra

 


Il corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche, appartenente alla classe di laurea LM-7 (biotecnologie agrarie), intende preparare operatori esperti che possiedano un’adeguata conoscenza di base dei sistemi biologici vegetali e microbici interpretati in chiave molecolare e cellulare.

In particolare il laureato in Biotecnologie Vegetali e Microbiche è un professionista dotato di conoscenze relative agli organismi vegetali e ai microrganismi,
in grado di individuare e progettare i processi biotecnologici per le produzioni agro-alimentari, nonché i processi biotecnologici intesi al risanamento ed alla protezione dell’ambiente.

Il laureato magistrale in Biotecnologie vegetali e microbiche può svolgere funzioni di coordinamento e responsabilità in  numerosi settori agrari ed agro-industriali da individuare nel contesto delle imprese di servizi e consulenza per la tutela e il controllo dell’ambiente, per la produzione e il controllo degli alimenti (sia per uso umano che per uso zootecnico), dei centri di produzione di piante di interesse alimentare o floro-vivaistico, del controllo della salute, delle aziende sementiere (o comunque coinvolte nello sviluppo di nuovo germoplasma), delle aziende produttrici di mezzi biotecnologici per l’agricoltura e di quelle impegnate nella produzione di molecole di origine vegetale e microbica di alto valore nutrizionale e nutraceutico.

La didattica è rappresentata da lezioni frontali e seminari, e da un’attività di tipo pratico da svolgersi sia presso i laboratori appositamente predisposti, sia presso quelli di ricerca. Al termine del percorso formativo, al quale si aggiungono discipline a scelta dello studente, la lingua straniera UE, la statistica e la bioetica, lo studente svolgerà una tesi sperimentale. Per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro è previsto un tirocinio curriculare da svolgersi presso enti e aziende convenzionati.

L’accesso diretto è subordinato al possesso di una laurea appartenente alla classe L2 (Biotecnologie), L25 (Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali), L26 (Scienze e Tecnologie Agro-alimentari), L13 (Scienze biologiche) e L29 (Scienze e Tecnologie Farmaceutiche)

Il percorso didattico fornisce le competenze necessarie per l’accesso alle professioni di Biotecnologo, Biologo, Microbiologo e Agronomo.