Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche

 

Presidente: Andrea Serra; Vicepresidente: Rodolfo Bernardi;
Responsabile Unità Didattica: Stefano Fanti
Tutor collettivo a.a. 2020-21: Rodolfo Bernardi

 

Care ragazze,
Cari ragazzi.

È ormai un anno che ci siamo dovuti adattare a una situazione senza precedenti. Abbiamo dovuto interrompere le lezioni del secondo semestre dall’anno accademico 2019-2020. Il primo semestre dell’anno accademico 2020-2021 ha avuto praticamente lo stesso esito, tuttavia, tra i pochi corsi in Ateneo, siamo riusciti a portarvi in laboratorio. Questo, che per me è motivo di grande orgoglio e soddisfazione, è il risultato della intensa collaborazione tra noi docenti e voi studenti, collaborazione che abbiamo continuamente rafforzato riunendoci periodicamente in quelli che abbiamo chiamato “question time”; continueremo a farlo finché ce ne sarà bisogno. La data della prossima riunione la trovate nel menù qui a fianco.

Stiamo ora per affrontare un altro semestre, il secondo dell’anno accademico 2020-2021. In tutta la nostra comunità è fortissima la voglia di rientrare in aula. Non possiamo però considerare esaurita l’emergenza sanitaria e tutte le difficoltà che questa sta, purtroppo, generando in molte famiglie italiane.

Per questo motivo abbiamo deciso di offrire la didattica del secondo semestre 20-21 in modalità doppia; chi vorrà potrà venire in aula, ma chi non avrà la possibilità potrà continuare a seguire le lezioni in streaming secondo le collaudate modalità che abbiamo imparato a conoscere.

Per quanto riguarda le esercitazioni di laboratorio, abbiamo pensato di riproporre il modello così ben riuscito del primo semestre. Per quanto riguarda le esercitazioni di laboratorio, abbiamo pensato di riproporre il modello così ben riuscito del primo semestre. Le esercitazioni sono compattate al termine del semestre in modo tale da renderle fruibili anche a chi non potrà essere a Pisa per tutto il semestre. Clicca qui per vedere il programma completo delle esercitazioni.

 

A presto.

                                                                                                                             Andrea Serra

 

 


Il corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche, appartenente alla classe di laurea LM-7 (biotecnologie agrarie), intende preparare operatori esperti che possiedano un’adeguata conoscenza di base dei sistemi biologici vegetali e microbici interpretati in chiave molecolare e cellulare.

In particolare il laureato in Biotecnologie Vegetali e Microbiche è un professionista dotato di conoscenze relative agli organismi vegetali e ai microrganismi,
in grado di individuare e progettare i processi biotecnologici per le produzioni agro-alimentari, nonché i processi biotecnologici intesi al risanamento ed alla protezione dell’ambiente.

Il laureato magistrale in Biotecnologie vegetali e microbiche può svolgere funzioni di coordinamento e responsabilità in  numerosi settori agrari ed agro-industriali da individuare nel contesto delle imprese di servizi e consulenza per la tutela e il controllo dell’ambiente, per la produzione e il controllo degli alimenti (sia per uso umano che per uso zootecnico), dei centri di produzione di piante di interesse alimentare o floro-vivaistico, del controllo della salute, delle aziende sementiere (o comunque coinvolte nello sviluppo di nuovo germoplasma), delle aziende produttrici di mezzi biotecnologici per l’agricoltura e di quelle impegnate nella produzione di molecole di origine vegetale e microbica di alto valore nutrizionale e nutraceutico.

La didattica è rappresentata da lezioni frontali e seminari, e da un’attività di tipo pratico da svolgersi sia presso i laboratori appositamente predisposti, sia presso quelli di ricerca. Al termine del percorso formativo, al quale si aggiungono discipline a scelta dello studente, la lingua straniera UE, la statistica e la bioetica, lo studente svolgerà una tesi sperimentale. Per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro è previsto un tirocinio curriculare da svolgersi presso enti e aziende convenzionati.

L’accesso diretto è subordinato al possesso di una laurea appartenente alla classe L2 (Biotecnologie), L25 (Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali), L26 (Scienze e Tecnologie Agro-alimentari), L13 (Scienze biologiche) e L29 (Scienze e Tecnologie Farmaceutiche)

Il percorso didattico fornisce le competenze necessarie per l’accesso alle professioni di Biotecnologo, Biologo, Microbiologo e Agronomo.