Tirocinio

Procedura da seguire per svolgere il tirocinio e ottenere i CFU corrispondenti

Il numero totale di CFU di tirocinio che ogni studente deve acquisire, è definito dal regolamento di appartenenza dello studente medesimo.

Lo studente del Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche e in Biosicurezza e Qualità degli Alimenti, prima di iniziare il periodo di tirocinio, deve chiedere ad un docente del DiSAAA o del DSV la disponibilità a svolgere la funzione di Tutore Accademico.

1) SCELTA DELLA STRUTTURA

Lo studente, dopo aver consultato il proprio Tutore Accademico per verificare l’adeguatezza della propria scelta, deve prendere accordi con una azienda/ente ecc. in Italia (chiamata in breve “struttura”) per lo svolgimento del tirocinio.

a) Se la struttura scelta è disponibile e risulta tra quelle già convenzionate e presente nel portale di Ateneo per il tirocinio, è possibile procedere con la preparazione del progetto formativo concordato con il Tutore della struttura ospitante (Tutore Aziendale) ed il Tutore Accademico (vedi punto 2). Il progetto formativo dovrà essere caricato dalla struttura ospitante sul sistema utilizzando le credenziali di cui è in possesso.

b) Se la struttura scelta è disponibile e risulta tra quelle già convenzionate, ma non è ancora presente nel portale di Ateneo per il tirocinio , lo studente deve informare il Tutore Accademico che chiederà alla Segreteria didattica del Dipartimento (Dott.ssa Carmen Lapadula, carmen.lapadula@unipi.it) di attivarsi per il suo inserimento. Ad inserimento avvenuto è possibile procedere con la preparazione del progetto formativo concordato con il Tutore Aziendale ed il Tutore Accademico (vedi punto 2). Il progetto formativo dovrà essere caricato dalla struttura ospitante sul sistema utilizzando le credenziali di cui è in possesso.

c) Se la struttura scelta è disponibile ma non ancora convenzionata è possibile attivare una nuova convenzione. In questo caso occorre che il Tutore Accademico solleciti la struttura ospitante che dovrà proporsi utilizzando il facsimile di convenzione disponibile sul Portale di Tirocinio di Ateneo seguendo le procedure da questo previste. In seguito, la proposta di convenzione deve essere approvata dal Consiglio di Dipartimento del DISAAA. Solo dopo l’approvazione saranno fornite alla struttura ospitante le credenziali per poter caricare sul sistema il Progetto Formativo concordato con il Tutore Aziendale ed il Tutore Accademico (punto 2).

2) COMPILAZIONE E CONSEGNA DEL PROGETTO FORMATIVO

Lo studente, insieme al Tutore Aziendale e in accordo con il Tutore Accademico, deve preparare il Progetto Formativo in formato elettronico tramite l’apposito portale di Ateneo, completo di tutte le informazioni richieste, indicando come e-mail l’indirizzo istituzionale fornito dall’Università di Pisa (xxx@studenti.unipi.it). È necessario presentare un Progetto Formativo per ogni periodo di tirocinio che lo studente intende svolgere in strutture diverse.

a) INVIO DELLA BOZZA DEL PROGETTO FORMATIVO ALLA COMMISSIONE TIROCINIO. il Progetto Formativo non finalizzato, in formato PDF, deve essere scaricato e inviato via e-mail al Presidente della Commissione Tirocinio (Prof. Tommaso Giordani, tommaso.giordani@unipi.it) affinché possa essere valutato dalla Commissione Tirocinio;
(Esempio di progetto formativo)

b) CONSEGNA DEL PROGETTO FORMATIVO. Dopo aver ricevuto l’approvazione da parte della Commissione Tirocinio, il progetto formativo può essere finalizzato. Il progetto formativo finalizzato, deve essere stampato, timbrato e firmato dal tutore aziendale, firmato dallo studente tirocinante e dal tutore Accademico e consegnato in originale in segreteria (Dott.ssa Carmen Lapadula).

3) RICONOSCIMENTO DEI CFU DI TIROCINIO

Al termine del periodo di tirocinio, per il riconoscimento dei CFU e la loro registrazione, lo studente deve consegnare al Presidente della Commissione Tirocinio (Prof. Tommaso Giordani):

a) le schede di valutazione del tirocinio (Allegato A), scegliendo tra: insufficiente, sufficiente, buono e ottimo. Una di queste schede deve essere compilata dal Tutore Aziendale.

b) una breve relazione sull’attività svolta durante il periodo di Tirocinio (due o tre pagine) firmata dal Tutore Accademico.

c) la certificazione dell’effettivo svolgimento del Tirocinio (Allegato B).

NOTE:

Ferme restando le norme sopra esposte si ricorda che:

  • è possibile svolgere il Tirocinio presso Dipartimenti dell’Università di Pisa, compresi i Dipartimenti di afferenza del Corso di Laurea (DISAAA e DSV), e centri di ricerca pubblici quali CNR, ENEA ecc.;
  • è possibile svolgere il tirocinio per un periodo più lungo di quello necessario all’ottenimento dei CFU obbligatori curriculari previste dal piano di studio di appartenenza. Al momento della PREPARAZIONE DELLA BOZZA DEL PROGETTO FORMATIVO, nel campo durata del Tirocinio, deve essere riportato il numero totale di ore che lo studente intende effettuare. Il numero totale di ore non potrà in ogni caso essere superiore a 450 (corrispondenti a 18 CFU; 1 CFU = 25 ore).  Le ore eccedenti quelle obbligatorie curriculari devono essere preventivamente autorizzate dalla Commissione Didattica del Consiglio Aggregato dei corsi di Laurea Magistrale in BVM e BQA mediante presentazione, da parte dello studente, del modello LM 10A. Il riconoscimento dei CFU soprannumerari, sarà effettuato dalla Commissione per il Riconoscimento delle Attività Didattiche (CRAD) e seguito di richiesta da parte dello studente effettuata mediante modello LM 10C; i CFU eccedenti quelli obbligatori curriculari saranno registrati come soprannumerari.
  • è possibile svolgere il tirocinio nello stesso laboratorio in cui si svolge la Tesi di Laurea, ma in un periodo e con un argomento diversi;
  • è possibile svolgere il tirocinio anche in strutture situate all’estero purché convenzionate con il nostro Dipartimento. Per svolgere il tirocinio attraverso l’Erasmus lo studente deve attenersi alla procedura indicata dal CAI (Coordinatore di Area per l’Internazionalizzazione, prof. Angelo Canale), contattando la segreteria CAI (Dott.ssa Carmen Lapadula, erasmus@agr.unipi.it). Per svolgere il tirocinio in paesi fuori dall’Europa rivolgersi al Coordinatore di Area per l’Internazionalizzazione, prof. Angelo Canale (angelo.canale@unipi.it). Alla CONSEGNA del LEARNING AGREEMENT BEFORE THE MOBILITY lo studente deve chiedere preventivamente l’autorizzazione alla Commissione Didattica del Consiglio Aggregato dei corsi di Laurea Magistrale in BVM e BQA mediante presentazione del modello LM 10A.
    Per la registrazione dei CFU di tirocinio all’estero lo studente dovrà fare richiesta alla Commissione per il Riconoscimento delle Attività Didattiche (CRAD) mediante il modello LM 10C corredato da una breve relazione sulle attività svolte. Una volta acquisito il parere positivo della CRAD, lo studente si dovrà recare presso la segreteria CAI (Dott.ssa Carmen Lapadula,erasmus@agr.unipi.it) che provvederà alla registrazione dei CFU curriculare maturati
  • è possibile svolgere il tirocinio all’estero per un periodo più lungo di quello necessario all’ottenimento dei CFU obbligatori curriculari previste dal piano di studio di appartenenza. In questo caso i CFU eccedenti quelli obbligatori saranno registrati come soprannumerari e/o come attività a scelta libera dello studente. Al momento della CONSEGNA del LEARNING AGREEMENT BEFORE THE MOBILITY devono essere riportati tutti i CFU che si vogliono far riconoscere. Il periodo di tirocinio all’estero (comprendere i CFU curriculari obbligatori e, eventualmente, quelli come attività a scelta libera e soprannumerari) deve essere preventivamente autorizzato dalla Commissione Didattica del Consiglio Aggregato dei corsi di Laurea Magistrale in BVM e BQA mediante presentazione da parte dello studente del modello LM 10A indicando quanti CFU Curriculari, quanti CFU soprannumerari e quanti CFU come attività libera scelta si vuole siano riconosciuti.
    Per la registrazione dei CFU soprannumerari e a libera scelta all’estero lo studente dovrà fare richiesta alla Commissione per il Riconoscimento delle Attività Didattiche (CRAD) mediante il modello LM 10C corredato da una breve relazione sulle attività svolte. Una volta acquisito il parere positivo della CRAD, lo studente si dovrà recare presso la segreteria CAI (Dott.ssa Carmen Lapadula, erasmus@agr.unipi.it) che provvederà alla registrazione di tutti i CFU curriculari, soprannumerari o a libera scelta maturati.