Tirocinio: Indicazioni per lo svolgimento in tempo di COVID-19

Estratto dalle “Indicazioni complementari aggiornate al Decreto Rettorale del 31/08/2020” sui tirocini curriculari ed extra-curriculari

 

TIROCINIO A DISTANZA

Come già ricordato nel precedente punto precedente, è possibile lo svolgimento a distanza dei tirocini, anche di quelli necessari per l’accesso alle professioni regolamentate. In particolare:

  1. Tirocini curriculari in ambito nazionale

– È sempre possibile attivare nuovi tirocini a distanza in corsi di studio purché il consiglio di corso di studio attesti che le attività a distanza messe in atto, di qualsiasi natura esse siano, permettano il raggiungimento degli obiettivi formativi e le finalità previsti per il tirocinio.

– È possibile riattivare tirocini a distanza in corsi di studio rimasti sospesi:

  • Nel caso di tirocini presso enti/imprese ospitanti diverse dall’Ateneo, con decorrenza dalla data dell’invio per posta elettronica all’indirizzo mail della segreteria didattica del Dipartimento, di una dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 47 DPR n. 445/2000, attestante l’ammissione dello studente allo svolgimento a distanza delle attività oggetto del tirocinio, sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto ospitante. (Si avvisa fin d’ora che, nel caso del venire meno di tutte le misure di contenimento per cessazione dell’emergenza epidemiologica, analoga dichiarazione dovrà essere inviata alla segreteria didattica del Dipartimento per comunicare la data di cessazione delle attività a distanza, con conseguente ripristino delle modalità ordinarie).
  • Nel caso di tirocini in cui l’Ateneo è ente ospitante, con decorrenza dalla data dell’invio per posta elettronica all’indirizzo mail della segreteria didattica del Dipartimento, di una dichiarazione del Presidente del corso di studio interessato, sentito il Prorettore alla didattica, in cui si attesti la possibilità di svolgere a distanza il progetto formativo.

 

Sia per i nuovi tirocini, sia per quelli sospesi attivati o riattivati a distanza, sia per i tirocini non sospesi, è data facoltà ai Consigli di corso di studio, con apposita delibera, di considerarli conclusi, con conseguente acquisizione integrale dei relativi CFU, se è stato svolto almeno il 70% delle ore originariamente stabilite e siano stati comunque raggiunti gli obiettivi formativi e le finalità del tirocinio. Di ciò deve dare atto la suddetta delibera, di norma attraverso l’acquisizione della relazione finale dell’ente/impresa ospitante, ovvero in qualsiasi altra modalità valutata congrua.

 

  1. Tirocini extracurriculari in ambito nazionale di neolaureati
  •  È possibile attivare nuovi tirocini a distanza, o riattivare tirocini extracurriculari rimasti sospesi, per i quali l’Università di Pisa è soggetto ospitante o proponente, purché siano soddisfatte le seguenti condizioni:
  • lo svolgimento del tirocinio con modalità della prestazione a distanza sia compatibile con i contenuti del progetto formativo;
  • vi sia il consenso del tirocinante;
  • a seguito di specifico accordo tra il soggetto proponente e l’Università di Pisa, se soggetto ospitante, o tra l’Ateneo in qualità di proponente e l’ente/impresa ospitante.

TIROCINIO IN PRESENZA

Oltre ai tirocini dei corsi di studio delle professioni sanitarie, di Medicina e Chirurgia, di Odontoiatria e Protesi Dentaria e delle Scuole di specializzazione di area sanitaria , possono svolgersi “in presenza”, negli spazi dell’Ateneo e nel rispetto del Protocollo di sicurezza anticontagio dell’Università di Pisa nella Fase 3, ovvero all’esterno e nel rispetto del Protocollo di sicurezza anti-contagio dell’ente/impresa terza, i seguenti tirocini:

a.Tirocini di laureandi/specializzandi con accesso in spazi dell’Ateneo

È possibile attivare o riattivare tirocini curriculari presso laboratori o strutture dell’Ateneo che, per i laureandi/specializzandi, oltre a consentire l’acquisizione di crediti formativi per il conseguimento del titolo di studio, facciano parte integrante delle attività per la predisposizione della tesi di laurea/specializzazione.

Il laureando/specializzando deve munirsi di dichiarazione sottoscritta del relatore di tesi, indicante il/la laboratorio/struttura cui è necessario accedere, nonché il giorno di inizio e fine (prorogabile con nuova dichiarazione) dell’accesso.

b. Tirocini di laureandi/specializzandi con accesso in spazi esterni non dell’Ateneo

È possibile attivare o riattivare tirocini curricolari presso laboratori o strutture esterne che, oltre a consentire l’acquisizione di crediti formativi per il conseguimento del titolo di studio, facciano parte integrante delle attività per la predisposizione della tesi di laurea/specializzazione.

Il laureando/specializzando deve munirsi di dichiarazione sottoscritta del relatore di tesi, indicante il/la laboratorio/struttura cui è necessario accedere, allegando tutta la documentazione attestante il rispetto delle prescrizioni previste per i tirocini presso enti esterni di cui alla successiva lett. c), punto 3).

 

c. Tirocini di altri studenti (non laureandi né specializzandi)

  • tirocini curriculari, presso laboratori o strutture dell’Ateneo

È possibile attivare o riattivare, presso laboratori o strutture dell’Ateneo, tirocini curriculari che non siano in concreto completamente realizzabili a distanza.

Il tirocinante deve munirsi di una dichiarazione sottoscritta dal tutor accademico, o in mancanza dal Presidente del corso di studio, indicante:

  • l’impossibilità del completo svolgimento a distanza;
  • il/la laboratorio/struttura cui è necessario accedere;
  • il giorno di inizio e fine (prorogabile con nuova dichiarazione) dell’accesso.

 

  • tirocini extracurriculari presso spazi dell’Ateneo

È possibile attivare o riattivare, presso laboratori o strutture dell’Ateneo, tirocini extracurriculari che non siano completamente realizzabili a distanza, previa sottoscrizione da parte del soggetto proponente, dell’Ateneo e del tirocinante di un progetto formativo (per le nuove attivazioni) o di un addendum (per i tirocini sospesi), redatto nel rispetto della normativa statale e regionale in vigore , nei quali sono definiti tempi e modalità di svolgimento delle attività formative, individuando quelle che possono essere svolte “a distanza”.

La struttura dell’Ateneo, in qualità di ente ospitante, dovrà fornire al tirocinante un’adeguata informazione sulle prescrizioni previste dal Protocollo di sicurezza anticontagio dell’Università di Pisa nella Fase 3, cui lo stesso deve attenersi, e mettere a disposizione dell’ente promotore copia del suddetto Protocollo.

 

  • tirocini curriculari ed extracurriculari presso enti esterni

È possibile attivare o riattivare, presso laboratori o strutture di enti diversi dall’Ateneo, tirocini curriculari ed extracurriculari che non siano in concreto completamente realizzabili a distanza. L’attivazione o riattivazione è subordinata alla sottoscrizione da parte del soggetto ospitante, dell’Ateneo o sua struttura e del tirocinante di un progetto formativo (per le nuove attivazioni) o di un addendum (per i tirocini sospesi), redatto nel rispetto della normativa statale e regionale in vigore, nel quale sono definiti tempi e modalità di svolgimento delle attività formative, individuando quelle che possono essere svolte “a distanza”.

L’Ateneo o la struttura dell’Ateneo che ha proposto il tirocinio dovrà acquisire:

– una dichiarazione dell’ente ospitante sulle misure di sicurezza applicate al tirocinante, redatta secondo questo modello ;

– una copia del Protocollo di prevenzione Covid-19 o delle Istruzioni operative di sicurezza dell’ente ospitante.

 

 

 

Ufficio Tirocini- Staff Unità Didattica

Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Agro-ambientali