Esame di stato

A causa dell’emergenza sanitaria in corso connessa alla diffusione del COVID-19, con DM n. 38 del 24.4.20, il MIUR ha stabilito che la data della prima sessione degli esami di Stato di cui alle ordinanze ministeriali del 28 dicembre 2019, nn. 1193, 1194 e 1195, in premessa citate, è differita dal 16 giugno al 16 luglio 2020 e per le sezioni B degli Albi è differita dal 22 giugno al 24 luglio 2020 Conseguentemente, il termine per la presentazione della domanda di ammissione alla anzidetta prima sessione d’esame, previsto dalle richiamate ordinanze del 28 dicembre 2019, è differito dal 22 maggio al 22 giugno 2020

Tutte le informazioni relative al bando ed all’iscrizione all’esame di stato per la professione di Agronomo sono disponibili sul sito dell’Università di Pisa.

Sul sito del Consiglio dell’Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali è possibile consultare la normativa vigente utile alla professione di Agronomo.

Sul sito dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali delle provincie di Pisa, Lucca e Massa Carrara è possibile reperire molte informazioni tra le quali anche la raccolta delle prove di esame degli anni precedenti.

Modalità di svolgimento esame I sessione Esame di Stato 2020

CALENDARIO ESAMI:

  • l’esame orale Sez. A avrà inizio il 16 luglio 2020 dalle ore 8,30 alle 13,30, per riprendere il giorno 17 luglio 2020 alle 8,30 fino alle 19,30, con pausa di 1 ora; in base al numero dei candidati si riprenderà il lunedì successivo.
  • l’esame orale Sez. B avrà inizio il 24 luglio 2020 dalle ore 8,30 alle 19,30.

ORDINE DI DISCUSSIONE: l’ordine di discussione avverrà per estrazione a sorte.

DURATA PROVA: l’esame, superata la prima mezz’ora obbligatoria per tutti, potrà avere una durata tra i 40 e i 60 minuti, in maniera da avere il tempo di porre ed approfondire almeno 6 domande per ciascun candidato/a; sulla base dell’andamento della prova la commissione potrà valutare se interrompere la prova stessa, qualora valutasse che le risposte ad almeno 4 domande siano state insufficienti.

ARGOMENTI DI PROVA: Gli argomenti delle domande riguarderanno le materie principali per i vari corsi di laurea e ritenute più importanti da un punto di vista professionale, tra cui sicuramente l’estimo (come impostare una perizia, stime di danni, concetti principali per stime immobiliari, prelazione agraria, esproprio, ecc.), l’agronomia in senso lato (quindi non solo tecniche colturali sia estensive che intensive, ma aspetti riguardanti la produzione biologica, la sicurezza alimentare, il settore agro-alimentare, ecc.), la zootecnia (in particolare per quelli di STPA, e potrà riguardare non solo i piani di razionamento e le tecniche di allevamento, ma anche come impostare e mantenere superfici a pascolo, dimensionare una stalla, benessere animale, ecc.), il Catasto e gli aspetti urbanistici (intendendosi l’esame di un estratto di mappa, cos’è un DOCFA, un tipo di frazionamento o mappale, analisi di una visura catastale, illustrazione di una carta tecnica regionale, regimi vincolistici territoriali, PAPMAA, regolamenti per il verde urbano, interventi in aree forestali, ecc.). Le altre 2 domande verteranno sulla deontologia professionale e obblighi correlati all’esercizio della libera professione, su finanziamenti e politica agricola comunitaria, sicurezza sui luoghi di lavoro, disciplinari di produzione, consulenze in ambito giudiziario.

VOTAZIONE: essendo previste indicativamente 6 domande, il voto potrebbe essere espresso in sessantesimi, e la prova sarà superata se il/la candidato/a avrà risposto adeguatamente ad almeno 4 domande su 6.

MATERIALE A SUPPORTO: non potrà essere utilizzato alcun tipo di materiale a supporto e qualsiasi evidenza di “aiuto esterno” comporterà l’immediata esclusione dall’esame.

ESAME ON LINE: per l’espletamento dell’esame verrà utilizzata la piattaforma MICROSOFT TEAMS.

CONSIDERAZIONI: trattandosi di un’unica prova la commissione sarà piuttosto “esigente”, allo scopo di accertare le reali capacità del/la candidato/a di poter affrontare la professione con un minimo di conoscenze che possano garantire la propria affermazione in un attività di per se piuttosto complessa, nonché il decoro di tutta la categoria professionale (aspetto sempre più importante).

L’elenco dei candidati abilitati verrà pubblicato sul sito del Dipartimento al termine dell’intera sessione.

Quanto sopra fatte salve variazioni in conseguenza  di imprevisti e/o disposizioni ministeriali diverse 

Sito in aggiornamento dal 23 giugno 2020: si prega di ricontrollare successivamente